Simbolismo mistico. Il Salon de la Rose+Croix a Parigi 1892-1897

Jean Delville, The Angel of Splendors (L’Ange des splendeurs), 1894, Olio su tela, 146 x 127 cm, Région de Bruxelles-Capitale, en prêt à long terme aux Musées royaux des Beaux-Arts de Belgique 2017 Artists Rights Society (ARS), New York / SABAM, Brussels | Photo © Royal Museums of Fine Arts of Belgium, Brussels J. Geleyns - Ro scan


La prima mostra museale mai realizzata dedicata all’arte rivelatrice e significativa, benché spesso sottovalutata, dei Salon de la Rose+Croix, inaugurati nella primavera del 1892 da Joséphin Péladan (1858-1918) critico e autore rosacrociano fondatore dell’omonima confraternita segreta, un ordine esoterico con radici nel misticismo e nei riti arcani, considerati da Péladan i mezzi per comprendere le verità universali e raggiungere l’illuminazione. Le circa 40 opere in mostra, esposte nei diversi Salon, invitano a guardare e interpretare con occhi nuovi l’eredità artistica lasciata dal Simbolismo di fine '800, pullulante di femme fatale, esseri androgini, chimere e incubi descritti da linee sinuose, figure stilizzate e forme anti-naturalistiche.



  1. Keywords: collezione peggy guggenheim, arte.it, nozio business, mostre 2017-2018, joséphin péladan, salon de la rose+croix, simbolismo mistico. il salon de la rose+croix a parigi 1892-1897

Lu.Ma. srl